L’antica rivalità “a monte” e “a valle”

Il palio è un appuntamento ormai entrato a far parte del calendario delle tradizioni vallecorsane, in cui vallecorsani/e di tutte le età si sono misurati con gli avversari, con toni, che, come ogni anno, diventano anche accesi.

L’antica rivalità “a monte “ e “a valle” è ancora molto percepibile e diventa palpabile soprattutto nell’atmosfera dei giochi popolari, in cui i contradaioli delle varie squadre si sfidano, soprattutto quando a contendersi il primo posto siano proprio  Porta Nova, “a monte”, e Porta Sant’Angelo, “a valle”.

In questo caso l’antica rivalità torna ad infiammare i popoli vallecorsani tra agonismo, storia e tradizione. Ma il palio è anche e soprattutto un momento di aggregazione e condivisione reciproca. Studenti e vallecorsani residenti altrove tornano appositamente per indossare la maglia della propria porta di appartenenza e a sfidarsi per essa come i cavalieri medievali facevano per le proprie donne. Il tipico vallecorsano, “attaccato al paese d’origine”, si rivede proprio in quest’occasione.

Bello che il palio unisca, riconcili i cittadini con le proprie origini, con le proprie tradizioni e con la propria porta d’appartenenza; meno bello è quando, in più occasioni, l’agonismo diventa odio, e gli insulti diventano schiaffi e risse, come negli anni precedenti.

Quest’anno prevarrà il sano agonismo o l’antico l’odio “a monte” e “a valle”? Staremo a vedere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...